Posted on

Registrando scarsi rendimenti giornalieri, sia l’Ontologia che la valutazione del Maker sono diminuite di quasi il 3% rispetto a ieri. Questo è accaduto nonostante la Bitcoin System abbia registrato guadagni apprezzabili sui suoi grafici giornalieri.

Data la forte correlazione dei prezzi con Bitcoin Cash (BCH), l’aumento dei prezzi di Bitcoin ha effettivamente contribuito a scongiurare una forte pressione di vendita per BCH.

L’asset digitale era pronto per un rally al rialzo nelle prossime sessioni di trading, con i tori di BCH che puntavano ad un livello di resistenza chiave.

Bitcoin Cash [BCH]

In crescita lungo la linea di tendenza, il breve sell-off registrato nel mercato Bitcoin Cash al momento della stampa si è presto concluso. In una rapida inversione di tendenza, dopo che l’asset digitale ha assistito ad un calo dei prezzi, i tori BCH hanno puntato a superare il livello di resistenza di 263,009 dollari.

Guardando il Relative Strength Index, l’RSI ha notato una visione neutrale in mezzo a segnali contrastanti di pressioni di acquisto e di vendita.

Inoltre, l’Aroon Indicator mostrava una configurazione ribassista, con l’Aroon giù (blu) sopra l’Aroon Up (arancione), sebbene fossero visibili anche accenni di debolezza nella pressione di vendita.

In questo scenario i tori BCH potrebbero salire ulteriormente al di sopra, per riguadagnare il controllo al livello di resistenza di 268,25 dollari nelle prossime sessioni di trading.

Ontologia [ONT]

Al momento della scrittura, Ontology era quotata a 0,488 dollari dopo aver notato un’altra ondata di pressione di vendita che è scesa al 100% nella zona di ritracciamento segnata dallo strumento di ritracciamento di Fibonacci.

Una prima indicazione di questa svendita è stata rilevata dall’Awesome Oscillator (AO), mentre il prezzo era ancora in bilico vicino al livello di pivot di 0,488 dollari.

In effetti, l’elevata ribassatezza dell’AO con la chiusura in rosso sotto la linea dello zero, ha indicato un possibile calo del prezzo al di sotto del livello di supporto di 0,480 dollari nei prossimi giorni.

Maker [MKR]

Notando un passaggio al ribasso, da ieri si è registrata una perdita dell’1,5% sul mercato Maker. L’asset digitale al momento della stampa, era scambiato a 565,14 dollari.

Infatti, la criptovaluta, nonostante un trend complessivo in rialzo, è scesa al di sotto dei minimi del mattino e si è potuta osservare una nuova prova del livello di supporto immediato a breve. Anche la linea del MACD ha registrato un crossover ribassista, immergendosi al di sotto della linea del Segnale sui grafici.

Gli alti livelli di volatilità, segnalati dall’allargamento delle bande di Bollinger, sembravano anch’essi affiancarsi agli orsi.

Mentre l’asset digitale cerca di riguadagnare un po‘ di slancio positivo nei prossimi giorni, le azioni di prezzo a breve termine, data la pressione di vendita esistente, potrebbero mantenere i prezzi vicino al livello di supporto di 556,15 dollari.